Come assumere nella giusta misura gli integratori di glutammina

Gli integratori di glutammina sono raccomandati ad atleti, body builder e persone che soffrono di condizioni come diarrea, calcoli renali e astinenza da alcol perché è un nutriente che aiuta a migliorare le funzioni del sistema immunitario, migliora la sintesi proteica e rilascia la glutammina in eccesso. La carenza di glutammina si verifica per vari motivi e il motivo più comune è l’eccessiva attività fisica o l’invecchiamento. L’eccessiva attività fisica causa un accumulo di glutammina nei muscoli e influenza anche l’assorbimento della glutammina nel tratto gastrointestinale, portando il corpo a non essere in grado di assorbire la glutammina in quantità adeguate. Inoltre, un eccessivo esercizio aerobico a lungo termine indebolisce la capacità dei reni di espellere la glutammina.

Lo scopo dell’assunzione degli integratori di glutammina è quello di ripristinare i livelli di questo aminoacido in modo che la persona possa riprendere le sue normali funzioni e continuare a costruire muscoli magri e recuperare da un infortunio o una malattia. Le molecole di glutammina sono estremamente grandi e ci vuole molto tempo perché siano trasportate ai tessuti muscolari. Pertanto, una persona che soffre di un infortunio o di una malattia che colpisce i muscoli ha bisogno di prendere un integratore di glutammina in aggiunta a un regime di resistenza che garantisca un sufficiente rifornimento di aminoacidi. Per esempio, qualcuno che si sta riprendendo da una malattia cardiaca o polmonare richiederebbe dosi di glutammina molto più elevate rispetto a qualcuno senza malattie cardiache o polmonari che sta mantenendo un livello normale e sano di glutammina nei suoi muscoli.

Per raggiungere questo obiettivo, sarebbe saggio prendere un integratore di glutammina con un dosaggio standardizzato e cercare di consumarlo il più vicino possibile alla stessa quantità che si riceve nel consumo giornaliero di cibo. Questo darebbe un risultato rapido e favorevole nel giro di pochi giorni. Tuttavia, si deve fare attenzione a non superare la dose raccomandata con qualsiasi mezzo. Anche quando si prende un integratore di glutammina per trattare una singola malattia, come un attacco acuto di asma, la quantità potrebbe essere abbassata se la persona che soffre del disturbo ha altri disturbi associati al sistema gastrointestinale come la sindrome del colon irritabile. Se questo è il caso, si consiglia di non prendere quantità eccessive di glutammina perché potrebbe portare alla tossicità. Invece, lui o lei dovrebbe prendere una dose sufficiente per minimizzare gli effetti collaterali e massimizzare i benefici del trattamento.

Tutte le info qui, sul sito dedicato www.guidaglutammina.it